LE ILLUMINANO IL VOLTO

Lui è poco più che trentenne, è figlio di una cugina di Luca, è biondo, gentile, calmo e paziente. Sta alle battute, ha gli occhi che ridono, ama la birra. A me piace tantissimo, perché mi ricorda un po’ il grande Lebowsky, e un po’, per il suo modo di fare, il protagonista di Kung Fu Panda.

E’ un ottico optometrista, lavora in uno degli stilosissimi punti vendita di Salmoiraghi e Viganò. L’ho conosciuto bambino quando mi sono sposata 22 anni fa, l’ho perso di vista per più di un decennio, l’abbiamo ritrovato da qualche anno, da quando prima Luca e ora purtroppo anch’io, abbiamo cominciato ad aver bisogno di occhiali.

Lo sto vedendo con regolarità dal mese di maggio, quando, munita di ricetta dell’oculista con prescrizione delle lenti, mi sono presentata da lui dicendogli che non volevo assolutamente mettere gli occhiali.

Lui ha cercato in ogni modo di soddisfare la mia richiesta. Durante l’intera estate mi ha sottoposto innumerevoli volte alla misurazione della vista: mi ha fatto vedere mongolfiere sfocate, puntini rossi, tabelloni con lettere sempre più piccole, ha avvicinato e allontanato biro dai miei occhi. Mi ha misurato N mila volte la curvatura delle cornee e le pupille. Ha stampato un’infinità di report, alcuni li ha anche persi e, senza dirmelo, mi ha fatto ritornare per ri-misurare quello che aveva misurato la volta precedente e io, pur non capendo niente di quello che fa, me ne sono accorta e gliel’ho detto, e allora lui ha riso…

Mi ha spiegato non so più quante volte cosa sono l’addizione, la convergenza, l’accomodazione, come funzionano la vista monoculare, quella binoculare e il campo visivo, ecc.. senza che io riuscissi mai a capire  cosa mi stava dicendo….

Le visite con lui erano lunghissime e avvenivano di solito dopo l’orario d’ufficio. Quando Luca, ampiamente passata l’ora di cena mi scriveva: Ma dove sei? Io gli rispondevo: Sono prigioniera di Kung Fu Panda!!

Alla fine, stremati, abbiamo dovuto arrenderci al fatto che non posso portare lenti a contatto e che devo mettere gli occhiali.

Lui ha avuto il non invidiabile compito di aiutare una confusa, recalcitrante, insicura Cristina a scegliere la montatura.

Che tipo di montatura vorresti?

Boh… una che mi stia bene…

Ma hai un’idea almeno del colore e forma che vorresti?

No…

Ah…. Guarda quelle esposte, d’istinto quali ti piacciono?

Questi mi piacciono! Guarda che bei colori…

Si sono belli…. MA …tieni conto che tu devi fare dei progressivi quindi sarebbe meglio che scegliessi delle lenti un po’ più grandi in modo che l’occhio abbia un po’ più di gioco nell’individuare i punti di messa a fuoco ecc.. ecc…

Ok… allora… guarda questi, sono eleganti e mi mascherano il nasone….

Si sono belli… MA….sono di un materiale un po’ pesante e quando li porti per tutto il giorno rischiano di essere scomodi. Prova questi sono di un materiale leggerissimo….

Ma che tristi…sembrano quelli di Enrico Letta…!!  Cosa ne dici di questi, guarda che belli, hanno i brillantini!!…

Si sono belli… MA… guarda che il nasello fatto così poi ti lascia segni sul naso…

Questi ad ala di farfalla mi alleggeriscono il volto…

Si… MA…

Questi con le asticelle così stilose…

Si … MA…

Questi sono simili a quelli che ho visto su Jennifer Lopez…

Si… MA…

La faccenda si fa lunga, lui comincia a sudare, io non riesco a scegliere, combattuta come sono tra la voglia di sberluccichii e di strass e le sensatissime e competenti osservazioni di Kung Fu Panda.

Le sue colleghe, tutte femmine, ci osservano da un po’. Ad un certo punto si avvicinano, mi circondano:

Signora, possiamo dire anche il nostro parere? Provi le montature tra cui non riesce a decidere e noi la aiutiamo a scegliere.

Ok. Questi?

No, la invecchiano.

Questi?

Mmmhh… si…ma ce ne sono di migliori, queste forme sono un po’ passate di moda..

Questi?

Mmmmhh….Sono così anonimi..

Questi?

(Le commesse in coro) Perfetti!!

Dite?

Siii!! Sembrano fatti apposta per lei!! La ringiovaniscono, le rendono il volto più luminoso, valorizzano il suo stile. A volte le persone provano questo tipo di occhiali ma non stanno bene e noi dobbiamo farglielo capire. Invece lei ha un volto raffinato, adatto a montature così eleganti. Poi con i suoi capelli grigi!! Le donano proprio un tocco di classe. Ecc.. ecc..

E in un secondo, irretita dalla sicurezza e dalle lusinghe delle commesse, nonché dal loro saper toccare i miei femminilissimi tasti, ho dimenticato tutti i competenti, pratici, maschili consigli di Kung Fu Panda, e ho scelto gli occhiali.

Che sono ad ala di farfalla, hanno i brillantini, sono stilosissimi e (sarà un caso…??) sono anche i più cari tra tutte le montature che stavo opzionando.…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...